Home

pellet edilkamin

Sempre sul tema stufe: ho comprato un bancale di pellets edilkamin. Fiducioso della marca ero abbastanza tranquillo su quello che avrei avuto tra le mani.

Il pellet è scuro e mediamente polveroso. Non mi spiego il colore se è al 90% di abete.

Prezzo al sacco 3,50 euro. Dicono che lasci poco residuo, ma nel braciere della stufa, dopo 12 ore di funzionamento, resta un residuo di cenere molto compatto ed abbondante: traborda dal braciere!.

In effetti produce moltissima cenere e da come si appiccica alla stufa mi fa intuire che vi abbiano messo molta colla o cera per tenerlo insieme. In sostanza, ve lo sconsiglio. E’ una vera porcheria ‘di marca’.

Dati: Pellet

HP5: 90% abete e 10% faggio – certificato DIN

potere calorico: MJ/Kg 18,5/20,0

ceneri: max 1,5% (!!!)

densità: kg/dm3 1-1,4

diametro: 6mm

sacco da 15kg – il sacco è difficile da aprire e si deve aprire con una forbice.

About these ads

37 pensieri su “Pellet EdilKamin: ‘na porcheria

  1. Salve: Sono a capo dell’associazione.
    Edilkamin NON produce Pellet
    Lo acquista da Produttori in giro per Europa e forse oltre Europa.
    Comunque NON produce Pellet.
    Poi: Per chi usa le Stufe a Pellet da anni; basta uno sguardo per capire che tipo di Pellet c’è dentro il Sacco!
    Da buon intenditore e pioniere delle stufe a Pellet, le consiglio un Pellet misto Faggio Abete: Rende molto piu dell’Abete!
    Deve essere di buona pezzatura e senza polvere.
    Produttori di qualità scadente sovente sono in Polonia!
    I Produttori Italiani producono tutti Pellet di buona qualità.
    I Produttori della Romania hanno buona disponibilità di legnami e pertanto dovrebbero produrre ottimo Pellet!
    Infatti chi in Romania a un buon processo produttivo produce Pellet Migliore di tutti!
    Per questo gli Austriaci hanno installato stabilimenti produttivi in Romania!
    Oltre che per il costo del personale e materia prima!
    Un consiglio su qualche marca di Pellet glielo do volentieri, me non in questo Blob.
    Lei dovrebbe associarsi con altri: Acquistare un Tir intero, in Aprile Maggio.
    In tutte le Città ci sono consumatori associati!
    Ultimo commento: Le Stufe a Pellet non hanno piu ragione di esistere!
    Oltre ad essere costose: Consumano Energia elettrica, Abbisognano di manutenzione, Sporcano i muri!
    E il Pellet NON conviene piu!
    Salve
    Gabriele

      • Da 20 anni le uso!
        Ne ho due a casa x scaldare e Non ho un riscaldamento uniforme!
        Devo passare a una Idro!
        Si! Ma quanto costa?
        E i soldi che ho speso per quelle in possesso?
        La manutenzione, i guasti, il consumo energia ecc…
        Alla fine………. Poco risparmio: Tanto Pittore!
        Pulizia 2 volte alla settimana ecc…
        Eppoi devo subire gli aumenti del Pellet tutti gli anni!
        Devo acquistarlo in anticipo: (Con i soldi delle ferie).
        Ma lei sa quanto costerà il Pellet questo anno?
        Scommette che andiamo oltre i 5 Euro x Sacco?
        Io ne consumo piu di 200 Sacchi x anno!
        E pensi: Devo scaldare il Boiler con la Legna!
        Acquistare le Bombole di GPL.
        Perche mica potevo tenere anche il Metano allacciato!
        Salve!

  2. Pingback: Pellet EnerPlus « Zmaker's Weblog

  3. Uso la stessa marca di pelle da molti anni e devo dire che mi trovo bene.Sono manutentore di impianti a pellet da dieci anni. Il pellet Edilkamin brucia bene nella mia stufa e lascia una quantità di cenere moderata esattamente come altre marche di pellet anche certificate din plus.
    Probabilmete tutta quella cenere è prodotta da una taratura tempo coclea non idonea per l’ottimale combustione del pellet. Molti credono che tutti i pellet siano uguali e che le stufe a pellet siano specie di inceneritori in cui buttare di tutto senza tante preoccupazioni. Ogni tipo di pellet ha bisogno di una specifica taratura per ottimizzare combustione e resa calorica.Il faatto che il pezzo del pellet salga è dovuto a una elementare regola di mercato: aumenta la richiesta / aumenta il prezzo. Non esiste una fonte di energia commercializzata che non sia soggetta a questo andamento. Basti guardare il prezzo del GPL in termini di andamento annuo sui prezzi di vendita, dei carburanti ed anche del legno da ardere.

    • Se compro la benzina alla Esso mi devo quindi fermare e tarare la centralina dell’auto perchè non è come quella della Shell…? State vendendo stufe a gente che acquista 500, Polo ed Ibiza, non ai tecnici della Ferrari. Se è così come dici tu, allora, queste stufe sono ‘immature’ per i comuni mortali. Tra l’altro non so’ quanti degli acquirenti di tali stufe sappiano toccare parametri come il tempo coclea. La tecnologia deve essere semplice ed accessibile a tutti.

      • Zmaker, a mie spese ho iparato che anche il potere calorifico del pellet condiziona il corretto funzionamento della caldaia: con pellet da 3.8 kcal DEVO settare la centralina in modo differente dal pellet 5.0 Kcal.

      • zmarker, sulla tua caldaia DEVONO essere presenti altrimenti la caldaia NON funziona (maiuscolo =sottolineato)! Mi spiego: la caldaia è gestita da una centralina che (in funzione di alcuni parametri detti tecnici) a) accende/spegne la caldaia stessa;
        2) accende e spegne la coclea (una specie di vite senza fine) che manda il pellet nel bracere; 3) riduce la potenza della caldaia quando l’acqua o i fumi raggiungono la temperatura impostata o in caldaia o – se presente – sul cronotermostato; 4) spegna la caldaia se qualcosa non funziona e – se previsto – emette un fischio =allarme. Secondo me sbagli a tenere accesa la caldaia 24 ore su 24 per questi motivi: 1) è vietato dalla legge sul risparmio energetico; 2) la casa in genere dalla ore 8:30 alle ore 13:30 è vuota (a cosa serve riscaldarla?); 3) non è prudente! Per prova ho acquistato una caldaia (prodotta nel 2006) a pellet da 24 KCal (che gestisco e manutengo in proprio) con la quale riscaldo un’abitazione isolata di 160 mq (sopra) ultimati e di 175 mq al rustico (ci sono solo i muri perimetrali). I giorni feriali la accendo la mattina alle ore 4:00 o alle ore 5:00, la spengo alle ore 8:00 (una volta che i figli a scuola non sereve tenerla accesa), la riaccendo il pomeriggio fino alle ore 22:00 circa. Mentre i festivi la accendo alle ore 6:00 – 7:00 e la lascio accesa fino a sera. Essendo vecchia, ogni sera devo pulire il bracere e riempire il serbatoio. Le moderne – come la tua – non hanno bisogno. Se la teperatura esterna non scende sotto i 5°C la caldaia riesce a riscaldare termica fino a 75°C- 85°C per cui in casa si suda. Sono un privato come te, però, al contrario, mi sono documentato ed ho trovato l’accesso ai parametri tecnici e li modifico tranquillamente! Per concludere: con 400-450 euro trascorro un inverno; i sacchi li pago da €4,29 a €4.70= Buona serata

    • Gentile Sig Gadano,
      ho da poco cambiato tipo di pellet, ora utilizzo quello della Edilkamin e mi trovo molto meglio perchè scalda sicuramente di piu’ di quelli usati finora, l’unico problema è che ci mette piu’ tempo per bruciare e mi si accumula nella stufa, probabilmente , come dice lei c’è un problema di taratura tempo-coclea. Come posso fare a rallentare la velocità della coclea cosi’ da evitare questo inutile spreco e l’accumulo di cenere?
      Grazie in anticipo
      Daniele Angelini

      • Sig. Daniele, per rallentare (ovvero ridurre il tempo di accensione) la coclea (evitando l’accumulo di pellet) è necessario entrare nella programmazione della centralina che gestisce e controlla la caldaia e modificare il valore di almeno un parametro. L’accumulo di cenere lo si potrebbe ridurre a) riducendo l’intervallo di tempo tra due pulizie del bracere; b) aumentando la durata della pulizia del bracere; c) acquistando un tipo di pellet che lasci meno ceneri. In genere le Aziende Produttrici, per vari motivi, preferiscono che le tutte le modifiche vengano effettuate esclusivamente da loro CAT (Centro Assistenza Tecnica) all’uopo addestrati anche perchè la spesa in genere (Abito vicino al Produttore la mia caldaia per cui ignoro quanto si possa spendere chiamando il “Tecnico”) è relativa bassa. Buona serata.

  4. Pingback: 2010 in review « Zmaker's Weblog

  5. Pingback: La prova del pellet « Zmaker's Weblog

  6. Rispetto tutti e tutto!
    Prima mi rispondo a me: ora che le Stufe sono due in casa: (Siamo al 9 Marzo e non ho finito di scaldare: (Il Pellet consumato fino a ora è di 20 Sacchi!
    Devo acquistarne altri x finire la stagione!
    Fortunatamente, mi sono messa a vendere Pellet e avendone acquistato qualche Tir intero lo ho pagato € 3,35 Ivato.
    Comunque troppo!
    Non importa: tra alcuni giorni lo produco io stesso!
    A questo proposito Vi invuito a visitare il mio sitino!
    Magari avete bisogno di Pellet e io mi attivo per voi tutti!
    Continuo: Ad Aprile “Come al solito dovrò ridipingere tutta la casa: “Perche nonostante io abbia l’attenzione di porre sul dietro delle stufe un panno filtro, i muri si anneriscono!
    Rispondo a Gadano Luigi: Io uso le stufe a Pellet da oltre 20 anni!
    Sono un pioniere e la mia prima stufa a Pellet e arrivata “dall’Alaska USA!”
    Oltre a questo sono un installatore abilitato, un buon consigliere per le modifiche da apportare alla Stufe: Sono un installatore abilitato di Condizionatori e Caldaista:
    Le dò il Codice di abilitazione: “TB2822″ rilasciato da Immergas come professionista!
    Sono un fai da te eccellente: Dimostrerò tra breve nel mio sito qualche mio film della macchina Pellet di mia pura costruzione e progettazione:
    Sto per finire una Pellettatrice da 300 kg di produzione x ora!
    Che funzionerà a Metano con un motore automobilistico: Carrellata e trasportabile: Che producerà pellet con qualsiasi percentuale di umidità insito nella Segatura, e che non avrà problemi se la segatura sara di diversa pezzatura: Progettata per estrarre l’acqua in eccesso mentre pellettizza!
    Umilmente penso che nella vita cè sempre da apprendere e non si finisce mai questo apprendimento: Ma credo di essere sufficientemente competente per il solo fatto di averla “Partorita!”
    Ancora: Se Edilkamin ha cambiato fornitore di Pellet e se a scelto prodotto buono; (questo non lo sò!).Ma stia certo che il Pellet da me acquistato l’anno precedente era proprio una schifezza!
    Visto che hanno sbagliato; Io evito altri acquisti del loro prodotto!
    Finisco portandola a conoscenza che codesti di Pellet non ne producono!
    Altra questione e il costo Pellet: Qui la fanno da padrone! Essendo un prodotto in crescita e mancante, alzano i prezzi! Veda che questo e uno dei settori cui la crisi non esiste!
    Il profitto e altissimo: Siamo a livelli “Estorsivi”.
    Loro addirittura partono da costo quasi pari a zero, perche la materia prima la prendono dall’albero.
    Io che acquisto la segatura da 50 a 70 € x Ton. le dico che il Pellet lo produdo con un costo conclusivo di € 100 x Ton.
    Faccia lei i suoi calcoli!
    Anche le stufe costano una “Pazzia”.
    Veda quelle proposte nel mio sito.
    Rispondo a Zmaker: Sono d’accordo con lei! NE approfittano molto! Nessun Ricco si rompe le scatole con Stufe a Pellet!
    Troppo lavoro e manutenzione!
    Ma i produttori se nè fregano e traggono alti profitti!
    Rispondo a Daniele: Ripeto; Non sono a conoscenza se Edilkamin abbia cambiato fornitore e mi astengo dal dare giudizi per il Pellet che ora vendono! Lei afferma che questo pellet scalda piu di altri: Falso! Se le segature sono le stesse le calorie sono identiche! Lagga le caratteristiche tecniche poste sul sacco!
    Per ritarare la Cooclea, le consiglio di porsi davvanti alla stufa di chiamare l’assistenza: Le diranno come operare! Ogni stufa avrebbe bisogno di una perfetta taratura: questo in base alle tubature di scarico, del flusso aria disponibile nell’ambiente, del prodotto usato e della pulizia interna alla camera di espulsione fumi e ventilatore espulsione!
    Il mio consiglio e di lasciarla come la ditta produttrice la ha concepita e magari perche e impostata nella media d’uso!
    Le consiglio l’intervento del loro tecnico, “Che vedendo ll’installazione ecc.. potrò darle un giudizio piu corretto.
    Grazie a tutti per avermi dato modo di rispondere!
    Auguri per un buon caldo!
    gabriele

  7. Caro Zmaker! Non posso permettermi di denigrare prodotti altrui!
    OK?
    Se vuoi un Pellet sicuro e di ottoma qualità: Acquista quello che io inserito nel mio sito con il loro consenso!
    Ripeto: non posso pubblicizzare qui!
    Quello italiano!!
    Proprio quello, e vedrai la differenza!
    Lo trovi da qualche rivenditore: Oppure chiedi alla Azienda direttamento ove reperirlo.
    Poi, quando ne avrai usato almeno 20 sacchi mi dici se il mio consiglio e valido!
    Mi rendo responsabile di questo!
    Gabriele

  8. Uso la stessa marca ” EDILKAMIN ” di pellet da circa cinque anni e vi posso garantire che è un ottimo prodotto, uno dei migliori in commercio: scalda tantissimo con un residuo minimo di ceneri. Ho provato diversi pellet austriaci e ad essere sincero non c’è nessuna differenza…….l’unica cosa è che l’austriaco costa mediamente il 10% in piu’. Vi consiglio l’acquisto di questo pellet perche’ non ne rimarrete delusi. L’hanno scorso ho acquistato anche una nuova stufa a pellet modello Cherie di EDILKAMIN, è un prodotto eccezionale, silenziosissima e consuma pochissimo pellet. Ciao a tutti…………..

  9. Scusatemi,
    io sto facendo una ricerca approfondita riguardo al pellet per capire quelli che possono essere i benefici.
    Dopo un pò di ricerche ho scoperto che rispetto al metano c’è un risparmio di 20 €/Mwh di energia primaria utilizzata. HO fatto due conti su quello che è il consumo annuale per il riscalamento e il risparmio mi sembra ridicolo. In più, tutti continuano a dirmi che: il costo di una caldaia a pellet è elevato, la sua manutenzione è onerosa (sicuramente più di una caldaia a metano), necessità dell’impianto di alimentazione (il quale necessiterà di manutenzione), deve essere svuotato dalle ceneri, hai bisogno di spazio per accumulare il pellet, il costo del pellet è chiaramente in aumento per via della maggiro richiesta…insomma, ma in fin dei conti, si risparmia davvero??. Sono molto chiari i vantaggi che si possono avere nell’uso industriale e che sicurmente è un valida alternativa al gasolio, ma rispetto al metano?Ci sono agevolazioni fiscali che aiutano? Perchè a me la caldaia a pellet sembra un investimento con tempi di ritorno lunghissimi (e in futuro neanche troppo certi)
    io non lo utilizzo e quindi mi limito a chiedere, però quando ho letto i commenti lasciato dal sig. Barusco, ho trovato conferma delle mie perplessità.

    • Mi piace rispondere ed esprimere sempre le mie opinioni!
      Su questo non mi ferma nessuno!
      (Piccolo Esempio fuori luogo: Colui pensa il Governo berlusconi cade, e un “Cretino” Mi spiace si questa parola verrà considerata offensiva: Ma!
      I parlamentari (1000 e passa!) Chiudendo la legislazione (5Anni), percepiranno una Pensione a vita di € 5000 a testa!!!!).
      E quando mai non daranno fiducia a questo Governo?.
      Questo è il motivo cui Berlusconi è certo di non cadere!
      Vendo Pellet: Lo faccio bene!
      Non voglio guadagnare!
      Ma da solo non riesco a combattere la “Casta che fà cartello con il Pellet!
      Io mi chiedo come sia possibile che ancora ci siano persone che acquistino stufe a Pellet!
      Con il Pellet a € 4,50 e una “Pazzia!
      Eppure ci sono queste persone!
      Non si rendono conto di cosa vanno incontro!
      Dimenticano: La manutenzione: Eventuali interventi Tecnici; Energia Elettrica: Ridipingere tutti gli anni almeno la stanza cui la stufa è ubicata!
      Una Stufa in una casa NON basta!
      E non calcolano quanto Pellet serva x un Inverno!
      Non stò qui a scrivere un libro: Ma!!!
      Chi costruisce stufe: Prima di venderle: Si deve preoccupare del rifornimenti di Pellet x i loro Clienti!
      A prezzo Bassissimo! Con un contratto di rifornimento a prezzo fissato!
      E x almeno 10 Anni!
      Ecco: Sapete quanto lavorerebbe una Azienda che produce stufe se si interesasse di questo?
      Auguri signori:
      Io le stufe a Pellet le uso da 27 anni!:
      Ma x rifornirmi vendo Pellet che acquisto nella Fabbriche in Europa!
      Nonostante questo: Pago il pellet adesso meno di € 3 x sacco!
      Mi pare deleterio e costoso usare le stufe a pellet!
      Beh: È un mio esprimermi!
      Saluti
      Gabriele

    • Denver: Le Stufe a Pellet e il Pellet: Qui in Italia continuano a trovare consensi e pareri favorevoli!
      In effetti: Poche sono le alternative!
      Serve Legna economica e una centrale a Legna!
      Oppure stufe Rumene:
      Si chiamano Sobe di caramida.
      Se avessi un vano deposito: Anche sul Cippato e Caldaia a cippato!
      Questo costa molto meno del Pellet.
      Hai ragione anche tu: Come io dico: Non e un investimento da considerare buono il Pellet.
      Ma quali alternative ?

  10. Caro capo Edilkamin deve capire che l’obbiettivo della vostra azienda e’ quello di fare e commercializare stufe/caldaie, per il combustibile, in questo caso pellets, dovete farvi da parte e lasciare lavorare i professionisti, onde evitare di mettere in cattiva luce questo sistema di combustione!!! Rudy S.E.R.bioenergy…………………..

  11. ciao a tutti! Ho comprato meno di un mese fa un inserto a pellet della Edilkamin -Pellbox SCF- e dopo nemmeno dieci sacchi di pellet bruciati è già rotto!!!! Qualcuno ha avuto lo stesso problema (ventola che non funziona più!!) ?? Devo pensare di essere sfortunata o sono davvero una porcheria queste macchine?

    • Mai provato, ma credo che tutti questi aggeggi, stufe comprese siano in media delle porcate. E’ difficile anche risparmiarci visto quanto costa il pellet e quanto si spende di corrente elettrice (io raddoppio i consumi in inverno).

      • Non dico piu nulla!
        Qui siamo tutti matti!
        Stufe a Pellet “COSTOSISSIME!!! “Ma se è per risparmiare!!!
        E più Tecnologia inseriscono: Meno vanno bene!
        Buone quelle vecchie di 10/15 anni addietro!
        Sempra che chi acquisti una Stufa a Pellet venga considerato “RICCO!
        Si! Sono d’accordo con quello sopra: I consumi elettrici in Inverno raddoppiano!
        A me triplicano: Perche ho due stufe: Consumo 4 Bancali x anno: E oltre a star lì a pulire, pulire, pulire, devo ogni anno ridipingere la casa!
        E il Pellet? Costa una fortuna!!
        Palazzetti Ecofire mini Extraflame baby Erano buone Stufe! Semplici funzionali con poca manutenzione: Ma questo è solo mio parere!
        Forse: Sarebbe bene verificare in Alaska, quali stufe usano e come sono costruite!
        Lì usano il Pellet dal lontano 1937!
        Si debba pensare che abbiamo un pochino di esperienza in piu!
        Non per degrinare il prodotti Italiani: Ma! “Tanta forma poco arrosto!”

    • Claudia: Ma hai risparmiato con il Pellet: Vero?
      EdilKamin non produce Pellet!
      Commercializza!
      E anche loro avranno problemi di prezzo!
      Dove ti trovi ?
      Avrei un suggerimento: Ma è commerciale e qui non si può fare!
      Gabriele
      Toh! Email: pelletonline “ET” libero.it
      Questo si puo fare!
      Sono a capo di un Gruppo di Acquisto EcquoSolidale: E siamo diversi gruppi collegati tra noi!
      Questo è l’unico sistema per noi x salvarci un pochino sil costo Pellet!

      • Avevo intenzione di acquistare una stufa a pellet per risparmiare sulle spese di riscaldamento. Il mio idraulico mi ha consigliato una stufa della Edilkamin o della Nordica. Leggendo i tuoi critiche mi sono sinceramente scoraggiata. Cito il tuo “Ultimo commento: Le Stufe a Pellet non hanno più ragione di esistere! Oltre ad essere costose: Consumano Energia elettrica, Abbisognano di manutenzione, Sporcano i muri! E il Pellet NON conviene piu!”
        E, almeno per me che ho un appartamento piccolo, c’è anche il grosso problema dello stoccaggio del pallet. Potrei comperarne solo pochi sacchi alla volta, per cui il prezzo sarebbe certamente maggiore.
        Allora, che fare? Esiste una soluzione alternativa per risparmiare davvero sulle spese di riscaldamento?

      • Come risponderti degnamente senza ledere coloro producono stufe?
        Innanzi a tutto: Proprio coloro producono stufe dovrebbero tutelare i loro Clienti con forniture di Pellet a prezzo bassissimo, inferiore a tutti i concorrenti!
        Ma non lo fanno! Lasciano fare alla distribuzione e così il prezzo sale:
        Sale, sale cui non conviene investire su Stufe a pellet:
        Un Esempio: il mio consumo e di 5 Bancali x anno con due stufe!
        Ho una casa fredda di 65 Mt.
        Il consumo di energia sale al doppio:
        La pulizia deve essere costante.
        Ogni anno si deve ridipingere tutta la casa internamente.
        Scrivo con coscienza, perche uso il Pellet da molti anni!
        Alternative?
        A voi la scelta!
        Difficile trovare soluzioni vantaggiose!
        Potrebbero essere valide le stufe Rumene!
        Si chiamano: Sobe de caramida!
        No sporcano i muri: E rimangono calde tutta la notte!
        Ma ci si deve alimentarle!
        Car: Gabry: Nordica Extraflame e ok: Pure Pallazzetti e Klover!
        Attenta a quanta elettroniche inseriscono: Prendila semplice!
        Ancora: Colui non sà fare nulla del Fai da tè, non troverà pace con il destreggiarsi sulla manutenzione: Costretto a chiamere il Tecnico almeno una volta all’anno!
        100 Euro anche a lui!
        Sono molto competente: Da 28 anni le uso!
        Ho fatto diversi corsi CAT di installazione e manutenzione!
        Mai esercitato!
        Capirai che qui mi leggono tutti e non posso esprimermi a piacimento.
        Edilkamin non produce Pellet!
        il 98% circa dei marchi Pellet non produce, ma commercializza con il loro marchio!
        Spero di esserti stato di aiuto.
        Saluti!

  12. Che dicevo io?
    Ancora non si sono resi conto che hanno problemi con il Pellet!
    Così il Pellet!
    E le Stufe?
    Ingoiano tutto?
    Fate voi i vostri commenti: A me non interessa piu!
    Le Stufe a Pellet le ho abbandonate!
    Vendo comunque Pellet a Bilici interi: E credo di vendere un prodotto decente!

  13. Barusco Gabriele :

    Ho una caldaia idro a pellett e, nonostante sia vecchia e sottodimensionata, mi trovo benissimo! Il pellett (abete) lo pago 4,40 circa il sacco. Effettuo la manutenzione e la programmazione da solo! Appena finisco l’impianto termico ne acquisto una di idonea potenza!!!!!

  14. Io possiedo una idro a pellet che rimane accesa 24 ore al gg e la spengo solo ogni fine settimana per effettuare la pulizia delle ceneri.
    Riesco a scaldare la casa di 100 mq con una temperatura media di 19/20 gradi e a produrre anche l’acqua calda sanitaria con 4 bancali di pellett/anno.
    In pratica il gas lo usavo solo per cucinare…. dico lo usavo perchè da quest’anno ho preso una stufa cucina economica a legna per fare anche da mangiare e quindi posso chiudere il rubinetto del gas.
    La sto usando da circa 6 anni e non sporca assolutame i muri
    Prima l’unica rottura era la pulizia frequente ogni 2 gg e con il bracerie che si incrostava di sostanze appicicose e bianche.
    Ora da novembre sto usando un’altra marca di pellett e non ho ancora pulito il bracerie… mi limito soltanto ad aspirarlo dalle ceneri che non sono più appicicose e dure.

    • Massimo: cerco di sintetizzare il fatto pelet si o pellet no?
      senza dubbio chi vuole fare una scelta radicale sul riscaldamento della sua casa, deve optare per un impianto caldaia con accomulatore d’acqua, possibilmente dotata di un serbatoio molto capace,in modo di avere una buona autonomia.
      Ovviamente se avete una casa indipendente, altrimenti una buona stufa può dare ottimi risultati con poca spesa.

      Nei paesi nordici usano il pellet da moltissimi anni e penso che per i prossimi 10 anni non ci sia un combustibile così economico ed ecologico.

      Per quanto riguarda la qualità del pellet,bisogna sfatare una regola che spesso sento dire da diverse persone (pellet chiaro sinonimo di qualità assoluta!!!) ma questo non corrisponde al vero!
      i pellet chiari sono recupero di scarti di lavorazione di legni già essicati in modo lento, per ottenere, perline,travi per edilizia ecc,ecc.quindi la segatura destinata a diventare pellet non deve subire una essicazione, perchè già essicata e il pellet esce come la segatura che spesso avrete visto in falegnameria.

      Diversamente se usiamo legno vergine, con umidità circa del 40-50% dopo la macinatura la segatura deve essere scaldata e quindi le resine e le altre sostanze si ossidano e assumono un colore più scuro della segatura che trovi in falegnameria. quindi i pellet scuri possono essere migliori di tanti pellet chiari,
      Inoltre determinati legni sono già di loro natura scuri.
      Spero di essermi spiegato.

  15. Ho Acquistato una stufa charie edilkamin canalizzabile,per canalizzare solo una stanza che e’ situata a 50 cm dalla stufa,la canalizzazione e’ stata fatta con un tubo a tenuta stagna all’altezza del bocchettone uscita aria posto dietro la stufa,quindi per capirci il tubo parte dalla stufa ed entra dritto nella stanza senza curve e con una lunghezza di 50 cm…premetto tutta la casa e’ circa 70mq,qualcuno Sa come posso ottimizzare al meglio consumi/ calore?Perché la stanza canalizzata pur essendo piccola rimane piuttosto fredda,se raggiungo 20-23gradi dove e’ situata la stufa,ho 13-14gradi in quella canalizzata?Spero che qualcuno mi possa aiutare.grazie,Max

  16. hai controllato i serramenti della camera? perchè una tale differenza non è giustificata considerata la distanza. Io ti consiglio di controllare la finestra e se non ci sono spifferi intervieni usando i pannelli di cartongesso con isolante sul retro sulle pareti (poca spesa tanta resa) vedrai che differenza !!!!.

  17. Salve, posseggo una stufa Artel da 4 anni per l’ufficio, contento dell’acquisto ne ho comprata un’altra dell’ Edilkamin mod. Tiny per la casa, uso lo stesso pallets (ne ho cambiati diversi)..
    La Artel la pulisco una volta ogni 15 gg (brucia tutto e ha una fiamma bella bianca) mentre la Eilkamin DEVO pulire tutti i giorni, sporca tantissimo.
    Per cui deduco che non tutte le stufe sono uguali, non tutte hanno la stessa taratura, all’acquisto bisogna scegliere un compromesso tra la qualità e la bellezzadella stufa stessa.
    Nota negativa: ho fatto qualche richiesta alla Edilkamin con mail, se mi potevano delucidare sulle “tarature” della stufa stessa ,

    MAI RISPOSTO !

    Mi dispiace, ma sconsiglio l’acquisto di questa marca.

    saluti

  18. Per chi ha la possibilità di farlo, meglio installare una caldaia a pellet da posizionare in un locale tecnico dedicato.
    Niente polvere, segatura e cenere in casa.
    Credo che sia questo il futuro degli impianti a pellet.
    Da non sottovalutare che tendenzialmente le caldaie sono meno esigenti in termini di qualità del pellet e consentono di utilizzare prodotti più “scarsi” ma meno costosi che quasi certamente metterebbero in crisi piccole stufe.
    Con la richiesta mondiale di pellet in costante aumento e prezzi che tenderanno a salire, guai a trovarsi nella condizione di poter bruciare solo pellet di alta qualità molto costosi.

    Le air possono essere buone soluzioni ma per piccoli ambienti magari da scaldare saltuariamente

  19. sto per rifare il riscaldamento di casa. entroterra ligure. indeciso tra una klover bi fire con bruciatori separati per legna e pellet per uso alternato o contemporaneo. o termocucina pellet Smart 80 o 120 per termosifoni piano superiore ed accumulo acqua sanitaria, mantenendo la stufa a legna in sala. la seconda scelta è dovuta al fatto che la bi fire è vincolata alla corrente anche a legna e, per le brevi sfiammate di inizio autunno, avrebbe una massa d’acqua da scaldare di 50 litri,

  20. continuo… il che provocherebbe un ritardo nell’entrare in regime. la smart 80 o 120 ha meno acqua nello scambiatore e sarebbe più celere a mandare acqua ai termosifoni. per la breve programmazione al mattino e per mantenere la temperatura minima in mia assenza. ma in mia presenza non abbandonerei la legna della seconda stufa in ghisa a favore della soluzione unica bi-fire sebbene me ne parlino bene. essere vincolati al solo pellet può essere controproducente

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...