Home

Ho dovuto cambiare le gomme della moto e purtroppo sono capitato da PneusMania.

Mi cambiano le gomme dell sv650s in giornata per 300 euro. Forse sbattendomi un po’ si trovavano anche a meno, ma mi sono venuti comodi quelli di PneusMania perchè sono porta Ticinese e ci passa il 3 e mi hanno sempre ispirato fiducia.
Risultato: mi han coglionato per la seconda volta.
Arrivo alle 18 per ritirare la moto, pago e trovo sulla moto un foglio accartocciato. Non c’è un cestino e quindi lo metto in tasca.
Dopo 10 minuti di guida mi accorgo che il tachimetro segna sempre 0. Immagino che si siano dissaldati i cavi del tachimetro che mi si erano gia rotti tempo fa. Infatti i cavi sono stati separati!
Per sbaglio al bar metto la mano in tasca e trovo il fagottino del giorno prima: lo apro. Dentro ci sono i 4 dentelli del sensore della velocità.
Chiamo pneusmania: “Ah, si forse ieri XXXX mi ha detto qualcosa… Adesso lo chiamo”.
XXXX: “Ciao, si ieri ho smontato la ruota e sono caduti i dentini. Eh, li ci hai messo le mani tu…”
Io: “Il tachimetro era a posto quando vi ho lasciato la moto e me la riprendo che non va più”. XXXX: “Passa domani, oggi non posso, vediamo che si puo’ fare”.

Chiaro che non si puo’  fare altro che sostituire la cosa. Mi fa incazzare il fatto che han fatto finta di nulla sperando che mi accorgessi chissà quando e che magari portassi la moto dal meccanico per farla aggiustare.

Ripasso tanto per non fare proprio la figura del fesso e coglione e dopo un chiarimento mi propongono la sostituzione del pezzo rotto che a detta loro costa 2 euro.
Non ci speravo neppure!

Più tardi, mi avvisano che il pezzo arriva in 10 giorni e che il prezzo non è di 2 euro, ma superiore e mettono le mani avanti: “magari lo paghiamo mezzo noi e mezzo tu…”.

Ripasso ancora e faccio notare al gommista che la ruota anteriore fa un rumoraccio. Ci
guardiamo e si vede benissimo che il sensore del tachimetro è montato
male. “non si può almeno sistemare?” chiedo, “Abbiamo già provato e
meglio di così non si riesce”.
Mentre torno a casa mi fermo dal meccanico e gli faccio vedere la
cosa: “sei pazzo ad andare in giro così, lasciamela qui!”.
Il garzone di Pneusmania ha montato male il sensore che si è completamente sputtanato.

Se dico incompetente, non mi pare di insultare: non ha saputo montare e smontare la ruota, anzi l’ha montata in modo visibilmente errato (e lo abbiamo visto assieme).

Se dico imbroglione, non mi pare di insultare: ha nascosto il fatto, negando.

Risultato: altre 300 euro di riparazione!

Inoltre: Due anni fa portai da loro la XVS1100: “passa pure stasera!”.
Arrivo per le 18 e la moto non è pronta, ovviamente non hanno neppure pensato di avvisare. Ed io in fretta e furia ad organizzarmi per tornare a casa appiedato.

Mi hanno scritto 2 clienti di Pneusmania lamentandosi di quanto scritto. Non lo avrei fatto se su 2 cambi gomme avessi avuto problemi entrambe le volte. Statisticamente può capitare un’incidente. A me ne sono capitati 2 di seguito. Mettono in discussione la mia buona fede e la mia credibilità. Uno afferma che secondo lui sarei stato arrogante e che mi sarei presentato là con la moto già ‘rotta’ sperando di farmela riparare a spese del gommista.  Trovo, invece,  arroganti e sospetti i modi con cui questi clienti mi si scagliano contro. Quanto scritto quà è la descrizione di quanto accaduto, se a qualcuno non stà bene, mi dispiace per lui, ma il mondo è bello perchè vario.