Home

Resoconto dell’escusione del 14 agosto 2009 alla Grignetta passando per la val scarrettone.

Partecipanti: io e Domenico.

La sveglia suona: segna le 3:15. Colazione forzata per non svenire. Lo zaino e l’attrezzatura sono già pronte. Salto in auto e corro a prendere Domenico. Alle 5 e 15 circa siamo al Pian dei Resinelli. 5 e 30 e siamo in marcia. E’ agosto ed il cielo è già chiaro. Dietro al rifugio Porta imbocchiamo il sentiero numero 8, la Direttissima.

i sentieri delle Grigne

Saliamo molto tranquilli per il sentiero. Non è molto pendente e si va su agevolemente. Arriviamo all’attacco della ferrata. Non abbiamo un’imbragatura, ci arrangiamo con un anello di fettuccia, alcuni metri di corda e due moschettoni. Il panorama è surreale: siamo circondati da guglie di pietra. Scorgiamo anche 2 camosci? caprioli?

L'attacco della ferrata della direttissima

L'attacco della ferrata della direttissima

La salita è molto divertente e in poco tempo arriviamo ad incrociare il sentiero 10. Siamo in cresta: giriano dietro la Grignetta e scendiamo per la val Scarrettone.

Scorcio della val scarettone

Scorcio della val scarettone

E’ ancora in ombra, saranno le 8 o le 9 del mattino.

nella val scarettone

nella val scarettone

La ferrata prosegue per la valle fino a terminare presso un sentiero che sale a zig-zag. In cima una palina segnala a sinistra la traversata alta e a destra la grignetta e il bivacco Ferrario. Andiamo a destra. Si sale per dei canaloni sempre attrezzati e molto pittoreschi.

Domenico sale verso la cima

Domenico sale verso la cima

per le 11 siamo in cima.

il bivacco Ferrario

il bivacco Ferrario sulla cima della Grignetta

Pranziamo mentre si annuvola.

Io e Domenico sulla Grignetta

Io e Domenico sulla Grignetta

Verso mezzogiorno iniziamo la discesa. Vorremmo scendere dal sentiero numero 7 (la Cermenati). Dopo un tratto in cresta soggiunge la nebbia: non si vede oltre qualche metro. Siamo ad un bivio – nessun cartello. Dove si va? a destra un sentierino che scende per un prato, a sinistra un ripido e scosceso canalone su cui fanno bella mostra delle lapidi. Il Porta è sulla destra e quindi andiamo a destra.

Il bivio

Il bivio

Dopo un po’ il sentiero diventa molto ripido e presto ci troviamo su una parete nella nebbia totale. La discesa è molto difficoltosa. Sembra strano un sentiero così… Speriamo che sia solo un breve tratto… andiamo avanti per decine e decine di minuti, forse anche più di un’ora seguendo le marcature bianco-rosse del CAI.

Discesa nella nebbia

Discesa nella nebbia

Si scende pian piano e con molta cautela. Dalla nebbia appaiono forme inquietanti, colonne di pietra. Passiamo sotto il sigaro Dones. Senza accorgercene. Non si vede dove si va e quanto manca. Alla fine il supplizio finisce e incrociamo il sentiero numero 7. In mezz’ora siamo al rifugio Porta.

Sani e salvi al Porta

Sani e salvi al Porta

Al bivio non segnalato si doveva andare a sinistra, nel canalone che gira attorno al gruppo dei Magnaghi e porta al ‘saltino del gatto’ e quindi scende al rifugio Porta. Noi siamo scesi per il sentiero numero 2, via segnata come ‘A’ per alpinisti! Di seguito ho tracciato la nostra discesa su un a foto del Dones e dei Magnaghi. Adesso bisognerebbe provarla salendo!

Discesa sotto al Dones

Discesa sotto al Dones

One thought on “Grignetta – Direttissima

  1. Pingback: Buon Anno a tutti voi: e siete in 50.000! « Zmaker's Weblog

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...