Home

Hanno chiesto a me a ad Andrea: Cosa spinge una persona o cosa dovrebbe spingere una persona a diventare un Fabber?
Viviamo nella società degli oggetti: siamo dominati dalle cose e ce ne circondiamo in continuazione. Da tempo, ormai, non si insegna più a riparare gli oggetti. Nelle scuole scompaiono i laboratori tecnici. Si sta cercando di portare tutti alla informatizzazione, abbandonando il mondo fisico per quello virtuale. Ci manca il contatto con la materia con gli attrezzi e gli strumenti.
I tecnici riparatori sostituiscono intere schede elettroniche anche se il guasto è su un singolo piccolo componente; non c’è vera cognizione di quello che accade.
Gli oggetti sono scatole nere progettate per distruggersi in 3 anni: giusto il tempo della garanzia. E’ difficile capire come funzionano e ci dicono che se così non fosse l’economia non “girerebbe”.

La riparazione non ha senso se l’oggetto nuovo costa più dello sforzo fatto per ripararlo: così ci dicono. Men che meno si trova un senso nella costruzione di oggetti che non possono che essere brutte copie di quelli sfornati dall’industria.
I nostri nonni, però, lo facevano: era naturale riparare e costruire mobili, ceste, vestiti, macchine…
Non siamo così radicali da auspicare un ritorno allo stato primitivo, ma riconosciamo l’importanza del percepire il valore delle cose, della fatica e la soddisfazione di costuire qualcosa con le proprie mani.
L’uomo è curioso e pigro al tempo stesso. Queste due qualità sono il motore del progresso. La natura di scimmia ci spinge ad alzare il coperchio e vedere cos’è che produce il rumore, la pigrizia “sana” ci fa studiare sistemi per fare sempre meno fatica.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...